Testimonianze sulla Resistenza bergamasca





QUADERNI
della
F.I.A.P.

n.3

Giulio Alonzi
Mario Invernicci
Gigi Martello
Enrico Serra

Testimonianze sulla Resistenza bergamasca
© I Quaderni della FIAP 
È permessa la riproduzione integrale
a fini scientifici e divulgativi del presente articolo
con obbligo di citazione della fonte


Quaderni della FIAP, n.3,
Testimonianze sulla Resistenza bergamasca

Giulio Alonzi
Mario Invernicci
Gigi Martello
Enrico Serra



Nel settembre 1965 a Clusone, l’Associazione «GL» di Bergamo aderente alla nostra Federazione e d’intesa con la F.I.A.P. centrale, organizzò un convegno nazionale di ex partigiani che militarono nelle file di «Giustizia e Libertà».
Due giorni di manifestazioni: il primo dedicato a testimonianze storico-rievocative della Resistenza orobica e l’altro ad una manifestazione popolare conclusasi con un discorso di Ferruccio Parri.
Abbiamo qui di seguito raccolto il vivo racconto di alcuni compagni che furono attori, sia pure con responsabilità e attività diverse, delle vicende della Resistenza bergamasca: Giulio Alonzi, Mario Invernicci, Gigi Martello ed Enrico Serra. Quattro discorsi, diversi tra loro, ma tutti importanti a farci meglio intendere quegli avvenimenti storici. Li abbiamo raccolti, senza pretese di una compiuta ricostruzione, perché pensiamo siano utili a far anche comprendere la temperie della nostra lotta di Liberazione e perché sono testimonianze lontane dallo immediato scontro delle passioni nella intelligenza della ragione. Ed anche opportune per affinare ed arricchire il nostro ideale morale per ricongiungerlo alla realtà nella quale siamo chiamati quotidianamente ad operare.
È, infatti, rispetto al presente che appare necessario l’esame o il riesame degli ideali della Resistenza non solo per noi ma soprattutto per la nostra società perché lo sviluppo successivo di essa appare intimamente legato a quell’avvenimento.
La lettura di questo opuscolo che vogliamo destinato soprattutto alle giovani generazioni perché sappiano di più e giudichino meglio la nostra storia più recente, può dare una prima risposta al nostro intendimento.
Comments