Eventi 2015
    
Titolo:   IL RUOLO DEI MILITARI ITALIANI NELLA RESISTENZA
           Contributi alla storia della resistenza

  Data e ora: settembre - novembre 2015 (vedi dettaglio incontri)

  Luogo: Milano - via De Amicis 17
Il progetto "Il ruolo dei militari italiani nella resistenza, realizzato dalla FIAP con la partecipazione di Fondazione Aldo Aniasi, ha portato alla promozione di un ciclo di seminari chiamato "Soldati, forze dell'ordine, militari. Contributi alla Storia della Resistenza" con l'obbiettivo di rendere omaggio ad alcune delle forme meno note della Resistenza: i ruolo di soldati, degli internati militari, di carabinieri e finanziari, delle crocerossine e in generale delle forze dell'ordine che nelle città operarono attivamente in difesa della popolazione. 
Furono ad esempio centinaia di migliaia, all’indomani dell’8 settembre 1943, i militari italiani che si rifiutarono di collaborare con i tedeschi e con la Repubblica sociale di Mussolini, scegliendo l’internamento, l’invio sul fronte orientale, la condanna, diventando Schiavi di Hitler. Altri riuscirono a scappare a piedi, rientrando in patria a combattere clandestinamente nella resistenza, singolarmente o in gruppi, costituendo brigate partigiane omogenee. 
Tra la resistenza e la caduta di Mussolini, sotto i bombardamenti, nelle città o in montagna, i militari continuarono a riconoscere un’idea di Patria libera e indipendente che riabbracciarono con il 25 aprile 45. 
 
Titolo: 46° Anniversario della strage di Piazza Fontana
Data e ora: 12 dicembre 2015, ore 15.30

La FIAP di Milano ricorda che in occasione del 46° Anniversario della strage di piazza Fontana il Comitato Permanente Antifascista di Milano chiama i cittadini a partecipare
 

Ore 15,30CONCENTRAMENTO DEL CORTEO IN PIAZZA DELLA SCALA  
con alla testa i Gonfaloni dei Comuni, della Regione Lombardia e della Città Metropolitana. Il corteo da Piazza della Scala si dirigerà in via Santa Margherita, via Mengoni, piazza Duomo (lato destro), via dell'Arcivescovado e terminerà in piazza Fontana.

CERIMONIA IN PIAZZA FONTANA
ore 16,30: arrivo delle staffette podistiche;
               posa delle corone alla presenza delle autorità;
ore 17,00: interventi 

Carlo Arnoldi, Presidente Associazione Familiari Vittime di Piazza Fontana; 
Giuliano Pisapia Sindaco di Milano;
Danilo Margaritella Segretario Generale UIL Milano e  Lombardia; 
Carlo Smuraglia, Presidente ANPI Nazionale;
Introduce e coordina Roberto Cenati Presidente Comitato Permanente Antifascista contro il terrorismo e per la difesa dell'ordine repubblicano.

 
 Mercoledì 9 dicembre 2015, alle ore 17.30, presso La Triennale di Milano un dibattito sui temi della mostra aperta presso Triennale nell'ambito dell'accordo con Fondazione Aniasi in occasione del 70° della Resistenza.
Una collaborazione giunta al terzo anno e che oggi porta in scena la Milano che rinasce dopo la Liberazione e si sviluppa, un viaggio attraverso le carte e le fotografie conservate presso gli archivi delle due istituzioni.
La mostra Milano Rinasce presenta infatti una Milano che dopo la guerra riparte puntando non solo sull’economia ma anche e soprattutto sulla cultura, con la ricostruzione della Scala, sui concerti, sul teatro e sulla scuola. 
La città negli anni del boom economico e delle grandi ondate migratorie guida lo sviluppo dell’intero paese con la propria anima che coniuga inclusione sociale, innovazione e vocazione internazionale.
I temi della casa e della scuola sono al centro della XII Triennale del 1960, le politiche di palazzo Marino, in particolare negli anni in cui Aniasi ne fu alla guida, riprendono i temi di una metropoli globale e allo stesso tempo a misura d’uomo.

Sei sezioni che si sviluppano attraverso materiali inediti fotografici, documentali e audiovisivi per conoscere la Milano che rinasce, che cresce, che va a scuola, che incontra il mondo, che fa cultura, che crea un nuovo modo di comunicare.
Un percorso tra strade e palazzi, che incrocia le nuove idee educative e che incontra i grandi protagonisti del teatro, dello spettacolo, del dello sport, del giornalismo, della politica da Giorgio Strehler a Gianni Rivera, da Enzo Jannacci ad Adriano Celentano, da Giuseppe Ungaretti a Gunther Grass, da Gianni Brera a Francois Mitterand e Coretta King.

Una curiosità in mostra sono alcuni video recentemente recuperati e risalenti alla fine degli anni '70, nei quali Aniasi, interpretando un originale forma di comunicazione istituzionale e politica, intervista cittadini e protagonisti del mondo della cultura su grandi temi di dibattito nazionale e internazionale. Alcuni di questi video, visibili con tecnologia touch nell'ambito della mostra, sono visibili anche in questo sito nella sezione VIDEO del sito della Fondazione Aniasi.
 
Titolo: IL COLPO DI STATO DEL 1945
           La caduta del governo Parri e l'autunno della Resistenza

Data e ora: 29 giugno 2015, ore 21.00

Presentazione del libro di Michelangelo Ingrassia

Il primo governo dell’Italia liberata, presieduto da Ferruccio Parri, prestigioso esponente del Partito d’Azione, animoso antifascista e audace capo militare e politico della Resistenza, durò soltanto cinque mesi: dal giugno al novembre del 1945. Rovesciato a iniziativa dei liberali e dei democristiani, abbandonato dai comunisti e dai socialisti, il governo nato dalla Liberazione si prefiggeva di edificare la Terza Italia, l’Italia democratica dopo quella fascista e l’altra liberale.

Intervengono:
Valerio Ochetto, giornalista;
Ferruccio Parri, Vice Presidente Nazionale F.I.A.P.;
- Andrea Ricciardi, storico.

Coordina Italo Pattarini.

Iniziativa a cura di FIAP




 Titolo:  PROVE DI CITTADINANZA
           Un percorso per i ragazzi dalle Repubbliche partigiane alla Costituzione

  Data e ora: aprile 2015 - aprile 2016

La F.I.A.P. ha avviato un articolato progetto di didattica con le scuole che ha preso avvio in occasione del 25 aprile 2015 e si concluderà con la ricorrenza della Liberazione nel 2016, sviluppandosi su due anni scolastici (2014-2015 / 2015-2016).   L'intento è quello di trasmettere la memoria della Resistenza in senso plurale e di restituire il significato di un’esperienza che fu fondativa e periodizzante per la storia del Paese. Per farlo FIAP ha utilizzato strumenti diversi, quali mostre didattiche, laboratori biografici e studio delle fonti, fino a stimolare la produzione creativa di elaborati e materiali video nei ragazzi che hanno partecipato ai percorsi proposti.
Si è trattato di tre esperienze parallele che hanno coinvolto ragazze e ragazzi diversi per età e in contesti di fruizione differenti. Il primo percorso, che ha proposto attività didattiche con le scuole superiori di primo grado realizzate nell'ambito della mostra "RICORDO LA LUCE", prodotta dalla FIAP con Fondazione Aniasi e La Triennale di Milano, si è svolto con le classi seconda e terza media dell'Istituto Luini Falcone di Rozzano. L'attività didattica svolta ha avuto approccio didattico e si è incentrata sulle tre figure simbolo di Gisella Floreanini, Aldo Aniasi e Ezio Vigorelli. 
Un diverso modo di fruire le fonti  ha sotteso la realizzazione, in collaborazione con ANPI e diversi altri partner, della mostra "GLI EROI SON TUTTI GIOVANI E BELLI". L'obiettivo, grazie all'azione della storica Roberta Cairoli, membro del Comitato Provinciale milanese della FIAP, era quello di realizzare un corpus documentario, corredato da box esplicativi e didascalie, che si adattasse all'esposizione privilegiata nelle biblioteche e nelle scuole, fornendo alle giovani generazioni tutti gli strumenti per la fruizione non mediata dei materiali. La mostra si è aperta a Milano il 22 aprile 2015, il 25 aprile ha campeggiato presso la Loggia dei Mercanti di Milano, poi il 28 è stata inaugurata presso il Palazzo di Regione Lombardia. Molti i comuni che l'hanno "adottata", tra questi Como (inizio giugno), Legnano (settembre), Bareggio (novembre).
Il lavoro con le scuole superiori di secondo grado si è incentrato in particolare sul passaggio dalla Resistenza alla Costituzione ed è iniziato a settembre 2015 con l'avvio del progetto "CRONACHE DALLA RESISTENZA". 
 

 
   Titolo: RICORDO LA LUCE

            Dalla Repubblica dell'Ossola alla ricostruzione di Milano
  Data e ora: nel corso del 2015
  Luogo: Rozzano - Domodossola
La mostra RICORDO LA LUCE, realizzata da Fondazione Aldo Aniasi e da Triennale di Milano, dopo l'inaugurazione presso La Triennale in ottobre 2014, è messa a disposizione delle scuole e dei cittadini.
Il primo appuntamento è nel Comune di Rozzano, presso Cascina Grande di via Togliatti. La mostra rimarrà aperta dal 21 aprile al 3 maggio. La mattina verranno realizzate le visite guidate con le scuole del territorio, nel pomeriggio l'esposizione resterà aperta al pubblico.
IL secondo appuntamento è presso la città di Domodossola, dal 4 maggio 2015.



  

 Titolo: Il Ministro Pinotti consegna le medaglie per il 70° della Liberazione

 Data e ora: 22 aprile 2015 alle ore 11 
 Luogo: Roma presso il Ministero della Difesa

In occasione del 70° anniversario della Liberazione, il Ministro della Difesa Roberta Pinotti ha consegnato questa mattina la medaglia commemorativa ai labari ed ai rappresentanti delle Associazioni che raccolgono quanti parteciparono alla Liberazione.
Alla cerimonia ha portato il saluto della FIAP il presidente nazionale Mario Artali.


 
 Titolo: Dialogo: La carta come memoria

Data e ora: 26 gennaio 2015 alle ore 17.30
Luogo: Roma Casa della Memoria e della Storia

Mostra promossa dalla FIAP - Federazione italiana Associazioni Partigiane 
a cura di Bianca Cimiotta Lami e Dario Evola
In occasione della Settimana  della Memoria

Una riflessione dedicata alla Shoah - attraverso gli scritti, le opere, i luoghi, le riflessioni e i ricordi che ogni autore ha tradotto in una proposta artistica attraverso la propria sensibilità e una personale esperienza vissuta come ricordo e come testimonianza anche indiretta.
Sono singole esperienze, voci ed approcci elaborati attraverso differenti linguaggi scaturiti dalla memoria emotiva, al fine di creare quel filo di continuità con la Storia, come  riflesso di un  dolore lontano che emerge come un sintomo. Incisione e stampa, fotografia ed elaborazione virtuale, percezioni sonore e visive.
La grana della carta s’intreccia come la grana delle voci e della memoria.
Lo sguardo lontano lascia una traccia sulla carta come segno e come in-segna.
La carta è il pretesto e il mezzo più espressivo e più utilizzato nei tempi, quello che ha consentito alla Storia e all’Umanità di ricordare i fatti e gli avvenimenti nella trasmissione: la carta come materia significante, superficie, piano ed estensione.
Cartografia dell’emozione e luogo comune per immagini condivise.
 
GLI ARTISTI: RICCARDO AJOSSA , ELISABETTA DIAMANTI, TONI GARBASSO, UGO FERRERO, ALFONSO FILIERI, ROBERTO MANNINO, PAOLO MODUGNO, CALUDIA PEILL, LYDIA PREDOMINATO, PETER QUELL, SERGE UBERTI

COMUNICAZIONE F.I.A.P. -Curatrice: lami.bianca@gmail.com