Notizie

  • Soldati italiani dopo il settembre 1943. Nuova edizione | Presentazione FIAP invita alla presentazione del volume Soldati italiani dopo il settembre 1943. Nuova edizione, a cura di FIAP – Federazione Italiana Associazioni Partigiane. L’incontro si svolgerà mercoledì 5 maggio alle ...
    Inviato in data 28 apr 2021, 05:53 da Fiap Presidenza
  • Presentazione del libro "Aldo Aniasi, la tela del riformista" Aldo Aniasi, i socialisti e la sanità pubblica: battaglie del passato su una questione attualePresentazione di: "ALDO ANIASI, LA TELA DEL RIFORMISTA. SCRITTI, DISCORSI E DOCUMENTI TRA MILANO E ...
    Inviato in data 20 gen 2021, 06:03 da Fiap Presidenza
  • 1968-1978 dieci anni di storia del Circolo di Via De Amicis 17. I 50 anni del Circolo. Mercoledì 6 novembre 2019, ore 19.30Circolo di Via De Amicis 17Via De Amicis 17, MilanoAll'interno della VI edizione di Milanosifastoria, inaugurazione e presentazione della mostra ...
    Inviato in data 30 ott 2019, 04:46 da Fiap Presidenza
  • MILANOSIFASTORIA - VI Edizione MilanoCultura è il titolo della sesta edizione del Progetto Milanosifastoria, promosso da Comune di Milano e Rete Milanosifastoria. Durante l’inaugurazione all’Archivio di Stato il 28 ottobre 2019 dalle ...
    Inviato in data 24 ott 2019, 00:41 da Fiap Presidenza
  • Palazzo del Quirinale 24/04/2019 - 74° anniversario della Liberazione Il Presidente Mattarella ha incontrato gli esponenti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma, nella ricorrenza del 74° anniversario della Liberazione.La FIAP era rappresentata dal Presidente Nazionale Mario Artali.
    Inviato in data 6 mag 2019, 06:18 da Fiap Presidenza
Post visualizzati 1 - 5 di 32. Visualizza altro »















g
g



La FIAP si unisce ai familiari nel ricordo di Vittore Bocchetta, artista, scrittore, accademico e antifascista italiano, esponente della Resistenza durante la Seconda guerra mondiale, da anni membro della Presidenza Onoraria della nostra Federazione.



Giorgio Galli, che faceva parte della Presidenza Onoraria della FIAP, ci ha lasciato il 27 dicembre.

Nato a Milano nel 1928, era uno dei più affermati politologi nel panorama scientifico italiano, autore di alcune delle più importanti riflessioni sui movimenti politici del Novecento.

Per trent’anni è stato professore di storia delle dottrine politiche all’Università Statale di Milano e per cinque anni direttore della casa editrice Il Mulino.

Ha studiato in profondità tutti i movimenti politici della sinistra italiana, sui quali ha pubblicato numerosi libri, ma il saggio che ha fatto epoca aprendo un confronto non solo accademico sul nostro sistema politico è stato “Il bipartitismo imperfetto”, pubblicato da Il Mulino nel 1966, proprio quando si andava manifestando in Italia la possibilità che vi si potesse affermare e consolidare un sistema di alternanza di un partito moderato e di un partito progressista al governo del paese.

Ci mancherà molto il contributo che era sempre disponibile a portare con grande chiarezza e originalità alle diverse manifestazioni organizzate dalla FIAP.

Ricordiamo tra i suoi numerosi interventi quello in occasione della presentazione del volume realizzato dalla FIAP Fatti e idee della resistenza: un approccio di genere e quello al convegno che si è tenuto per ricordare la vita e l’attività di Ettore Troilo, dalla Liberazione dell’Abruzzo alla ricostruzione di Milano, dopo la posa della targa a “Ettore Troilo Prefetto” nella Prefettura di Milano.

Particolarmente legata all’ultimo filone dei suoi studi la lezione da lui svolta in apertura della Winter School dedicata alla parola-chiave Populismi, in cui ha affrontato il tema della relazione tra democrazia e populismo nella contemporaneità. Il populismo secondo Giorgio Galli deve essere visto come prodotto della crisi della democrazia dovuta all'impoverimento causato dal capitalismo finanziario. La democrazia per un lungo periodo ha garantito la sicurezza del cittadino “dalla culla alla tomba” grazie allo sviluppo del capitalismo. Ora un’ipotesi possibile è che questa ultima fase del capitalismo, sempre più finanziario e concentrato nelle mani di pochi, possa garantire meno sicurezza e favorire una crisi della democrazia.

Grazie professore!


Milanosifastoria VII Edizione (5 novembre 2020-ottobre 2021)

Milanosifastoria è un progetto pluriennale partito nel 2014 per il rilancio della cultura e della formazione storica nell'area milanese promosso da Rete Milanosifastoria e dal Comune di Milano. Il titolo della VII edizione (2020-2021) è "Cultura bene comune".

A causa del protrarsi della pandemia COVID-19, la settima edizione, a differenza delle sei edizioni precedenti, non prevede la consueta Settimana di apertura con eventi in presenza, ma si apre egualmente – come nelle prime sei edizioni – nel novembre del 2020 con una serie di iniziative da remoto (a partire dal 5 novembre), sperando di poter tornare il più presto possibile a iniziative in presenza e spostando quindi quante più iniziative possibile alla primavera e all’estate 2021, fino all’ottobre 2021.

Eventi già programmati
5 e 19 novembre e 3 dicembre 202014 gennaio, 25 febbraio e 11 marzo 2021 (ore 15.30-18.00): ciclo di cinque Seminari Guerre e movimenti pacifisti dopo il 1945. Storiografia, cinema, arti visive, letteratura e canzoni, VII edizione (2020-2021) del Progetto  Cinema e Storia, promossa da ILSC (Istituto lombardo di storia contemporanea), IRIS, Istituto Nazionale Ferruccio Parri e Società Umanitaria
10 novembre 2020 ore 17.00 – 19.00, in diretta streaming: Tavola Rotonda "Professioniste della salute  e ricercatrici nella pandemia: uno sguardo di genere",  organizzata da Casa delle donne di Milano, Libera università delle donne, Milanosifastoria, Unione femminile nazionale. Donne e uomini professionisti della salute sono stati in prima fila in questi mesi nella battaglia, tutt’ora in corso, contro il Coronavirus, pagando un costo molto alto in termini di fatica, scarso riconoscimento e anche mortalità. In questa tavola rotonda, la prima di tre, proponiamo uno sguardo specifico sul contributo delle donne e sui costi da loro pagati nella gestione dei ruoli familiari, in particolare quello materno.
Progress sulla settima edizione di MSFS, con una presentazione dell'edizione e la pubblicazione in tempo reale del suo programma in itinere
F.I.A.P. è la Federazione Italiana Associazioni Partigiane. 
Ad essa aderiscono associazioni e circoli che
si richiamano ai valori e ai principi che essa difende.
La FIAP venne fondata nel 1949 con l’obiettivo di  valorizzare il contributo originale portato alla lotta di Liberazione dal socialismo liberale di Giustizia e Libertà, dal Partito d’Azione, dall’antifascismo liberal-radicale, dagli anarchici, dagli indipendenti e da quanti nel dopoguerra italiano non si riconoscevano nella logica degli schieramenti contrapposti. Ferruccio Parri ne fu primo presidente e principale animatore; seguirono alla presidenza Francesco Albertini, Enzo Enriques Agnoletti, Aldo Aniasi e Francesco Berti.
Dal 2012 è Presidente nazionale Mario Artali. Attraverso corsi, convegni, seminari, percorsi didattici, mostre, FIAP mantiene vivi i valori dell’antifascismo e della Resistenza. 
FIAP progetta e realizza ricerche e pubblicazioni, 
edita una propria rivista, "
Lettera ai compagni" 
e aderisce alla 
Confederazione Nazionale fra le Associazioni Combattentistiche e Partigiane