VIVA L'ITALIA
Donne e uomini dall'Antifascismo alla Repubblica

A cura di Roberta Cairoli e Federica Artali


F.I.A.P., la Federazione Italiana Associazioni Partigiane fondata da Parri, ha realizzato per le edizioni dell’Enciclopedia delle donne (dicembre 2015) un volume biografico per ragazzi che raccoglie oltre 60 storie di donne e uomini che dal primo antifascismo all’Assemblea costituente, con strategie, possibilità, mezzi, idee differenti hanno contribuito alla difesa delle libertà contro la violenza politica, civile e istituzionale rappresentata dal fascismo. 
Curato da Roberta Cairoli, “Viva l’Italia. Donne e uomini dall’antifascismo alla Repubblica”, utilizza in particolare gli strumenti dell’analisi di genere per trasferire i valori dell’antifascismo incarnati nelle vite, nelle azioni e nei pensieri dei protagonisti di quegli anni. Nessuna pretesa di esaustività né la volontà di suggerire una scala di valori nella scelta dei personaggi proposti, al contrario FIAP raggiunge con questo volume l’importante obbiettivo di testimoniare ai giovani le differenti anime dell’antifascismo e della pluralità dei modi in cui donne e uomini hanno voluto e potuto, in situazioni diverse, esprimere la loro scelta di libertà. 
Non ne emerge solo o sempre l’eccezionalità dei percorsi individuali, il volume non rincorre il valore assoluto della scelta antifascista, ma rintraccia i diversi modi con cui i soggetti interagirono con i meccanismi a vario titolo repressivi del regime giungendo poi a una forma di rivolta. Affiora quindi il “carattere interstiziale” della libertà degli individui, condizionata da innumerevoli fattori, famigliari, sociali, culturali, religiosi, eppure viva nella possibilità di azione per ognuno differente, ampia o residuale, in continuità o in rottura col proprio ambiente, sommessa od eroica, nascosta o gridata. Una storia collettiva che letta complessivamente ci restituisce il contesto sociale, politico e culturale dell’Italia di quegli anni.
Non solo biografie inoltre, la pubblicazione è corredata da box tematici, cartine e cronologie che ne fanno un utile strumento anche per le scuole. Molto belle le illustrazioni originali create da Lorenzo Gritti, premiato disegnatore milanese che ha ricevuto riconoscimenti tra gli altri dalla New York Society of Illustrators e che nel testimoniare il proprio percorso artistico assegna un valore fondamentale alla sua lunga esperienza di educatore in istituti per giovani in difficoltà. 
Un cenno a parte merita la parte dedicata agli strumenti didattici per insegnanti e studenti, tutti pensati e realizzati in modo originale in base agli strumenti della didattica di genere. 
La voluta forzatura di avere tante biografie femminili quante maschili non vuole, di nuovo, proporre un’analisi “numerica” dell’esperienza resistenziale, ma consentire alle ragazze e ai ragazzi di immedesimarsi nei percorsi di vita e di valutarne le scelte nei più diversi contesti.
Chiude il volume una sezione didattica appositamente realizzata con giochi e lavori di gruppo, pensati in particolare per le scuole secondarie di primo grado ma con la possibilità, in base a poche varianti, di adattarli alle scuole di secondo grado. L’approccio didattico innovativo e incentrato sul concetto di cooperative learning offre agli studenti la possibilità di imparare in modo pratico, analitico e creativo, entrando in relazione tra loro e con gli insegnanti. 
In sintesi il volume è diviso in due parti. La prima è composta di quattro capitoli: Donne e uomini nell’antifascismo, Donne e uomini in guerra, La deportazione politica e razziale dall’Italia, Dalla Resistenza alla Repubblica. Il primo capitolo in particolare si articola per sezioni tematiche che tengono in considerazione aspetti potenzialmente vicini all’esperienza dei ragazzi, come il contesto scolastico. Nella seconda parte del volume sono invece contenuti giochi, simulazioni e suggerimenti riferibili ai quattro capitoli precedenti. Uno strumento che mancava e che di certo troverà un’ottima accoglienza.