Benvenuto‎ > ‎News‎ > ‎

UN LIBRO E UNA MOSTRA A TORINO

pubblicato 24 feb 2016, 07:22 da Fiap Presidenza   [ aggiornato in data 24 feb 2016, 07:23 ]
Il 24 febbraio 2016 a Torino si apre una manifestazione importante, che tiene la traccia del percorso tra Resistenza e Costituzione. La FIAP di Torino vi partecipa con il proprio Presidente Antonio Caputo. Il tutto si apre alle ore 9.00 con l'inaugurazione della mostra 
IL CONFINO POLITICO A USTICA NEL 1926-1927
a seguire, ore 10, presentazione del volume
IL SOVVERSIVO COL FARFALLINO, DESTINAZIONE PONZA
Di Antonio De Vito, Edizioni Miraggi, 2015
Con la partecipazione dell’autore, del Dott. Nino Boeti
presidente del Comitato Regionale “Resistenza e Costituzione”,
dell’avv. Bruno Segre presidente dell’Anppia, dell’avv. Antonio Caputo presidente della Fiap.
Introduce Domenico Leccisotti.
Un libro sul confino di polizia patito dal padre Peppino e dal fratello Felice, due partigiani di Torremaggiore, negli anni 20 e 30 dell'altro secolo. Il volume è scritto sui documenti del Casellario Politico Centrale, gli spioni del regime mussoliniano che registravano ogni cosa sugli esiliati nelle colonie delle Isole - Ustica, Ponza, Tremiti, Ventotene, Lipari - e in paesini sperduti del Sud Italia.
Ma è anche una utile rivisitazione dell'universo confinario e delle sofferenze degli oppositori del regime esiliati, emarginati e perseguitati senza aver fatto nulla, grazie a leggi eccezionali varate allo scopo di azzittire chi non ci stava. Un pezzo della Storia d'Italia che non si insegna a scuola, una memoria da non disperdere, un omaggio a tutti gli antifascisti che lottarono per la riconquista della libertà. Con documenti, foto, scritti di Gramsci, Amendola, notizie attinte dal web, e, in Appendice, il "cenno" mancante nelle carte di polizia, cioè qualche pillola di Storia sul paese del sovversivo pugliese.