La FIAP Nazionale, la FIAP della provincia di Varese e la Federazione milanese dell’ANPPIA condannano con fermezza la gravissima profanazione avvenuta nel Sacrario di San Martino a Varese ad opera di un gruppo di nazifascisti denominato Do.Ra e “Manipolo di avanguardia di Bergamo”. 
Si tratta di un luogo di memoria simbolo delle lotte contro il fascismo e il nazismo a ricordo della battaglia di San Martino che i nostalgici, hanno voluto violare utilizzando i soliti deliranti segni del loro ignobile passato: croci runiche e svastiche accompagnate da farneticanti manifestini. Il cimitero e i monumenti dedicati ai martiri partigiani di San Martino meriterebbero un’adeguata protezione da parte delle forze di polizia. Le Associazioni Partigiane hanno promosso una manifestazione per il 16 novembre in Vetta al Monte San Martino in risposta a questo inqualificato rigurgito nazifascista. 
Coerente con i propri valori la FIAP Nazionale e la FIAP di Varese oggi sostengono ed estendono a tutte le forze democratiche (Associazioni e Partiti) l’invito di Sandro Pertini: “Oggi la nuova resistenza consiste nel difendere le posizioni che abbiamo conquistato; difendere la Repubblica e la democrazia”. 
FIAP Nazionale, Federazione Italiana Associazioni Partigiane Varese, Federazione milanese ANPPIA
4/11/2014
FIAP e ANPPIA