Benvenuto‎ > ‎News‎ > ‎

Cordoglio per la scomparsa di Massimo Rendina

pubblicato 11 feb 2015, 07:42 da Fiap Presidenza   [ aggiornato in data 11 feb 2015, 07:43 ]
Nato a Venezia nel 1920 Massimo Rendina aveva 95 anni ed era vice presidente nazionale dell’ANPI.
Si è spento a Roma il 7 febbraio e con lui salutiamo il partigiano “Max”, coraggioso comandante e poi capo di stato maggiore delle brigate Garibaldi, protagonista della Liberazione di Torino.
Giornalista e docente di storia della comunicazione, Rendina ha tenuto viva per decenni la memoria dell’antifascismo e della Resistenza.
A lui il saluto commosso della FIAP e l’impegno a onorarne il ricordo.

Molti amici ci hanno fatto pervenire il loro dolore e il loro ricordo. 
Riportiamo come esempio le parole commosse di Renato Vertunni: 
"Massimo Rendina fu partigiano e amico. Fu per me, giovane giornalista, un maestro e una guida nella carriera. 
Fu poi amico: lui cattolico della sinistra comunista italiana ed io sempre seguace del Partito d’Azione di Ferruccio Parri. L'ultima nostra conversazione nemmeno dieci giorni fa. Mi disse: "Quando il tempo migliorerà ci incontreremo".
Addio Massimo e sempre Viva L’Italia democratica e libera"
Comments